Homepage

Benessere Aziendale e Rischio Alimentazione®

Benvenuti sul blog di Lenny & Carl – Risorse Umane in Salute!

acquista libro

Qui si parla di  benessere aziendale , di alimentazione e lavoro , di salute e sicurezza  e di stress e produttività .

Infine, di tutto ciò che nella vita può migliorare attraverso un’alimentazione equilibrata, mirata e funzionale. 

Perché parlare di Rischio Alimentazione?

La responsabilità e gli obblighi del datore del lavoro  per l’organizzazione della salute e della sicurezza in azienda vengono individuati dal D.Lgs. 81/2008. Questo mette in evidenza quanto sia necessario valutare “tutti i rischi” per i lavoratori. Ma gli ambienti di lavoro, sono protagonisti di un’evoluzione continua. Di una crescente spinta tecnologica . Di variazioni delle condizioni economiche, sociali e demografiche. E finiscono per esporsi ai cosiddetti rischi emergenti. Rischi che possono compromettere la salute e la sicurezza del lavoratore nonché il benessere socio-economico dell’azienda stessa.

Cos’è il Rischio Alimentazione?

Tra i rischi emergenti abbiamo battezzato il Rischio Alimentazione® , frutto di un’indagine qualitativa svolta nel 2010 in azienda di circa mille dipendenti. Ed è proprio da tale indagine che scaturisce la definizione di Rischio Alimentazione. 

Il Rischio Alimentazione è quel rischio derivante dalla percezione del lavoratore di:

  • non avere tempo a sufficienza per consumare un pasto equilibrato
  • non disporre di un luogo adatto per la pausa pranzo
  • non poter scegliere tra una varietà sana di alimenti
  • risentire della fiacchezza dopo pasto.

Dell’importanza dell’alimentazione per i lavoratori parla anche dell’Ufficio Internazionale del Lavoro (OIL) nel suo Rapporto del 2005, risultato di una ricerca sulle abitudini alimentari nei luoghi di lavoro. E conferma che una cattiva alimentazione sul luogo di lavoro nuoce alla salute dei lavoratori e può provocare una perdita di produttività pari al 20% .

«Nel mondo del lavoro», ha dichiarato Christophe Wanjek, autore del Rapporto, «programmi di alimentazione carenti e alimentazione povera sono la causa di numerosi problemi morali, di sicurezza, produttivi e di salute a lungo termine per i lavoratori e per le nazioni. Tuttavia, sono pochi i lavoratori soddisfatti della loro alimentazione. »

Come si misura il Rischio Alimentazione?

Dopo averlo fatto emergere, battezzato e definito, abbiamo messo a punto anche il primo metodo di valutazione del rischio alimentazione con l’ausilio dello strumento WorkFood.

Il progetto Rischio Alimentazione® nasce nel 2009.

Il suo percorso associa uno studio approfondito e aggiornato delle caratteristiche degli alimenti alle abitudini alimentari di tutti i lavoratori.

L’ obiettivo  è quello di aiutarli a nutrirsi per salvaguardare la salute, ridurre il numero di infortuni e migliorare la qualità del lavoro.

 

Eleonora Buratti e Carlo Giolo 

Copyright© All rights reserved  – è vietata anche la copia parziale senza autorizzazione.

 

Rischio Alimentazione®: la sua storia

RISCHIO ALIMENTAZIONE, QUANDO IL BENESSERE AZIENDALE VIEN MANGIANDO

Il Rischio Alimentazione® è un progetto di intervento aziendale che mira al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza di dirigenti e lavoratori. Quindi lo fa attraverso l’aiuto di una corretta alimentazione.

Esiste un’alimentazione adatta per ogni mestiere? Inoltre, possono gli alimenti attenuare i rischi specifici per la salute nei luoghi di lavoro? Qual è il legame tra alimentazione e stress? Quindi si può vincere l’abbiocco post prandiale? Per esempio, può una corretta pausa pranzo migliorare il lavoro in termini qualitativi e quantitativi? 

Tuttavia sono solo alcune delle domande alle quali il percorso darà una risposta.

Pertanto il Rapporto dell’Ufficio Internazionale del Lavoro (ILO) del 2005 dichiara che “un regime alimentare troppo povero o un’alimentazione troppo ricca sul luogo di lavoro possono provocare una perdita di produttività del 20%.” E, in particolare, un’alimentazione sana durante le ore di lavoro non giova solo alla produttività ma anche alla salute del lavoratore. Allo stesso modo, sembrano confermarlo anche i dati INAIL. Sono questi a mettere in evidenza quanto parecchi infortuni avvengano nelle ore post prandiali. Probabilmente la causa potrebbe risiedere nel risaputo abbiocco che porta in calo la soglia dell’attenzione.

Tra gli obiettivi del Rischio Alimentazione®

  • Migliorare la qualità di vita al lavoro riducendo gli attacchi dello stress e i danni di una cattiva alimentazione coi Congenial Food.
  • Allo stesso modo aiutare dirigenti e lavoratori a nutrirsi in maniera equilibrata e sana per salvaguardare la salute e aumentare la produttività.
  • Quindi ridurre il rischio di infortuni
  • Elevare la qualità del lavoro
  • Di conseguenza diminuire i costi da assenze al lavoro

Storia del Rischio Alimentazione®

  • Il progetto nasce nel 2009 dall’incontro tra Eleonora Buratti e Carlo Giolo. Lei,  autrice, giornalista e sociologa aziendale, e lui, consulente e formatore senior salute e sicurezza sul lavoro, ed economo dietista. Insieme sono Lenny&Carl – Risorse Umane in Salute

I PRIMI PASSI – dall’analisi sulla percezione dei rischi alla definizione di Rischio Alimentazione

  • Nel 2010 Lenny&Carl svolgono un’analisi qualitativa in un’azienda di oltre mille dipendenti per mettere in evidenza nuovi rischi emergenti percepiti. Tra questi si fa strada il Rischio Alimentazione lamentato dal 31% dei soggetti partecipanti all’indagine. Oltre a questo, tra gli altri rischi spiccano il rischio aggressione, furto e rapina, il rischio stress da gestione clienti e il rischio rispetto aziendale.

 

  • A maggio del 2011, i due sono ospiti nei giorni della fiera Ambiente e Lavoro a Bologna con il seminario dal titolo Alimentazione Stress e Lavoro quale legame?  Si tratta di un intervento mirato a far conoscere alla platea lo stretto nesso tra le abitudini alimentari e la salute e sicurezza sul lavoro con una particolare attenzione per il rischio stress da lavoro correlato. Durante l’incontro Buratti e Giolo mostrano i risultati della ricerca che evidenzia il Rischio Alimentazione tra i nuovi rischi emergenti negli ambienti di lavoro. In conclusione ne danno la definizione.

 

  • Inoltre inizia un ciclo di seminari aziendali dedicati al Rischio Alimentazione e al rapporto tra cibo e lavoro. In Veneto, in Abruzzo e in Emilia Romagna.

Il Rischio Alimentazione in aula

  •  Nel 2012, a Bologna, il Rischio Alimentazione fa parte del corso di Alta formazione, Manager delle Risorse Umane. Nello stesso anno, Lenny&Carl  portano il Rischio Alimentazione in alcuni incontri con la cittadinanza organizzati dall’Ascom Chioggia. Incontri durante i quali viene approfondito il rapporto tra alimentazione e lavoro.

  • Dal 2013 il Rischio Alimentazione diventa argomento per i corsi di  aggiornamento RLS, RSPP, datori di lavoro, lavoratori svolti da Buratti e Giolo.

 

primo corso di aggiornamento RLS

primo corso di aggiornamento RLS

Il Rischio Alimentazione in libreria, in tv e sui giornali

  • Pertanto, nel marzo del 2016 esce La Dieta dei Mestieri nella sua prima edizione. Il tour di presentazione del libro porterà Buratti e Giolo a parlare del loro progetto a Rai3, E’TV, 7Gold, Canale Italia, TvColor, Telesanterno, TeleTutto, TeleVenezia, … La stampa inizia a dare spazio alla pubblicazione La Dieta dei Mestieri (IlSole24oreFood, TGcom24, Le vie del gusto, l’Araldo, Bolognatoday, …). I due saranno ospiti nell’angolo dell’educazione alimentare a 7Gold, nella trasmissione 2Chiacchiere in Cucina, fino al 2018.

Il Rischio Alimentazione tra le azioni migliorative per il benessere dei lavoratori

  • Nell’anno 2018 la prima azienda del trasporto pubblico locale conclude il programma completo Rischio Alimentazione. Dalla somministrazione del questionario WorkFood all’erogazione della formazione emozionale, fino alla dimostrazione dell’efficacia attraverso uno specifico strumento di verifica e confronto.

Il Rischio Alimentazione tra le Buone Pratiche della Formazione

L’esperienza svolta nell’ambito dei programmi di Benessere, Welfare e Safety aziendali è ormai decennale. Col progetto Rischio Alimentazione® abbiamo incontrato in aula circa 2.000 lavoratori solo negli ultimi due anni. Dalla loro gratitudine e dall’intreccio di strette di mani prendono forza i nostri incontri. Mescolando l’arte con la scienza dell’alimentazione. La sociologia con la storia. La psicologia con la materia della salute e sicurezza. Tutto questo perché la strada del ritorno al Benessere non è mai una sola. E spesso è anche più vicina di quel che osiamo immaginare.

 

Copyright© All rights reserved  – senza autorizzazione è vietata anche la copia parziale dei contenuti.

Riconoscimenti

Il progetto Rischio Alimentazione® è tra le Buone Pratiche della Formazione 2019 di Fonservizi

Qui il video

Biografie, ovvero chi crediamo di essere

Biografie di Eleonora Buratti e Carlo Giolo

 

Eleonora Buratti 

Giornalista, autrice e divulgatore scientifico, sociologa aziendale e studiosa dei comportamenti alimentari. Ideatrice del Rischio Alimentazione® e autrice del questionario WorkFood, strumento di indagine aziendale per la misurazione del rischio alimentazione e rilevazione delle abitudini alimentari dei lavoratori.

Nativa di Cervia (RA), vive tra il Veneto, Bologna, e le pagine dei social media. Ideatrice del Romanzo d’Azienda®, strumento di intervento per la gestione delle Risorse Umane attraverso la letteratura e il rafforzamento del senso di appartenenza, è esperta di comunicazione aziendale interna ed esterna con particolare attenzione alla produzione di contenuti originali. Dalle newsletter allo storytelling; dai racconti ai post sui social.

Scrive storie ambientate nel mondo del lavoro, tiene corsi e seminari sull’alimentazione e le sue dipendenze e corsi di comunicazione  e di aggiornamento RSPP, RLS, Dirigenti, Preposti e Lavoratori.  Crea registri comunicativi per pagine social e siti aziendali.

È cofondatrice di Lenny&Carl – Risorse Umane in Salute.

Scrive news e articoli sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Collabora con registi e produzioni video e cinematografiche occupandosi di casting e coordinamento dei figuranti sui set.

Autrice tra gli altri del libro “La dieta dei Mestieri”, manuale narrato che approfondisce il rapporto tra alimentazione e lavoro in termini di riduzione degli infortuni e prevenzione delle malattie professionali nei luoghi di lavoro.

Tra i suoi libri anche “Le Stagioni Diverse – quel vivere che sembra un vivere per niente“, romanzo incentrato sulla disabilità psicofisica.

 

Carlo Giolo

E. Dietista e formatore Safety and Wellbeing dal 2001. 

Cresciuto nel veneziano è ideatore del questionario WorkFood e del Rischio Alimentazione®, strumento gestionale, comportamentale e organizzativo che mira a ridurre i rischi derivanti da cattive abitudini alimentari sul luogo di lavoro, affronta, attraverso uno studio degli alimenti appropriati, anche il rischio stress da lavoro-correlato. Consulente per la realizzazione del libro La Dieta dei Mestieri – dimmi che lavoro fai e ti dirò cosa devi mangiare Ed. Tecniche Nuove. 

È consulente trasversale. Promotore della Margherita del Benessere come strumento capace di orientare i lavoratori e i dirigenti verso un approccio olistico che sappia cogliere le opportunità di miglioramento nell’ambito della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

È cofondatore di Lenny&Carl – Risorse Umane in Salute.

 

Contatti

Eleonora Buratti – eleonora.buratti@rischioalimentazione.com

Carlo Giolo – carlo.giolo@rischioalimentazione.com